top of page
Cerca
  • improntaredazione

IL PIEDE ... IL PUNTO DI PARTENZA PER VEDERE IL MONDO


Non si sa il perché, ma la cura e la salute dei piedi è un problema sottovalutato dalla maggioranza delle persone, invece dovremmo tutti sapere che i piedi sono una spia importante del nostro stato di salute.

Il piede può gonfiarsi, risultare secco o magari screpolato, potrebbe perfino cambiare il colore naturale, sono tutti segnali e la maggior parte di noi pensa che sia sufficiente un pò di riposo o magari il pediluvio con acqua e sale come insegnava la nonna. Dobbiamo invece pensare che attraverso i piedi, guardandoli con attenzione, è possibile scoprire alcuni problemi di salute.

Concentriamoci quindi su alcune fenomeni evidenti che possono colpire i nostri piedi.


PIEDI GONFI, se questo fenomeno si manifesta spesso la causa potrebbe essere la ritenzione idrica, ce lo insegnano fin da bimbi, sappiamo che è importante bere almeno 1 litro e ½ al giorno di acqua, il piede gonfio potrebbe essere una spia accesa per ricordarti di bere.

Ma attenzione potrebbe anche segnalarti un consumo eccessivo di farmaci, in questo caso sarà utile una ricognizione accurata dei farmaci che assumete con continuità anche se non indispensabili, nell'incertezza rivolgetevi al medico.

Se a gonfiarsi è solo la punta delle dita allora servirà una maggiore attenzione perché può essere il segnale di malattie polmonari o gastro intestinali.


I PELI, anche i peli del piede hanno il loro perché, se avete sempre avuto peli sul piede e questi scompaiono è segnale di cattiva circolazione del sangue, altro segnale per lo stesso disturbo è il colore rosso intenso che assume il piede.


PELLE SECCA E SCRE-POLATA, se la pelle dei piedi si presenta secca e /o screpolata potrebbe essere sinonimo di ipercheratosi, termine complesso per indicare la perdita di elasticità, dovuta a cause naturali (vecchiaia, dermatite, micosi) ma anche ad una postura sbagliata o calzature non appropriate. Può causare anche calli, duroni e verruche, che fare? Esistono dei preparati a base di Adelmidrol, un gel capace di limitare l'accumulo di cellule che induriscono la cute.


DOLORE IMPROVVISO, può capitare di avvertire un dolore improvviso in un punto preciso, ovviamente sarà causato da un trauma o è il segnale di un disturbo già presente. Nel caso di un trauma possiamo parlare di una distorsione, di una storta ma anche di una piccola frattura, diciamo questo perché nel caso queste piccole fratture dovessero ripetersi potrebbe trattarsi di carenza di vitamina D o di calcio. Se invece il nostro dolore non è riconducibile ad un trauma potrebbe essere una spia dell'artrite reumatoide. Se il dolore è limitato all'alluce potrebbe trattarsi di gotta, cioè di una malattia infiammatoria che colpisce preferibilmente le articolazioni, e quella dell'alluce è uno dei punti più colpiti, si manifesta con dolore , rossore e gonfiore. Questo disturbo è facilmente curabile ma non è da sottovalutare, la cura sarà l'assunzione di antinfiammatori e prodotti che riducano l'acido urico.


UNGHIE INCURVATE. La deformazione delle unghie è sintomo di carenza di ferro cioè anemia, le unghie possono essere anche fragili, pallide ed il piede freddo. La prima cura è l'alimentazione, serviranno cibi come cereali, carote, broccoli, riso, legumi e ovviamente carne, meglio rossa. Si eviterà l'accesso di alcool ed il fumo. In sintesi possiamo dire che bisognerà assumere ferro, vitamina C e B12.

UNGHIE GIALLE. Se invece le unghie assumono quella colorazione sul giallo spento si parla di onicomicosi, sembra una parolaccia ma è una infezione da funghi che si sviluppa nella zona sotto l'unghia. In pratica si tratta di un microrganismo in grado di scatenare una infezione che potrebbe anche diffondersi da un'unghia alle altre e magari passare da quelle dei piedi alle mani. E' un disturbo molto comune che si manifesta in un ambiente caldo umido, il piede con il calzino all'interno della scarpa in una giornata particolarmente umida è terreno fertile. Esistono dei prodotti specifici chiamati antimicotici in grado di debellare questo disturbo, nel caso meglio intervenire immediatamente onde evitare la diffusione.


CRAMPI. La contrazione improvvisa che chiamiamo comunemente crampo si può manifestare anche nei piedi, come nelle altre parti del corpo il crampo è sintomo di scarsa idratazione e di carenza di nutrimenti importanti come calcio, potassio e magnesio. Qui il rimedio è semplice, bere di più ed utilizzare degli integratori, ma attenzione non devono diventare una abitudine.


SENSIBILITÀ. Avere il formicolio ai piedi, o i piedi insensibili ( sapete la classica frase “non mi sento più i piedi”) sono segnali che indicano un danneggiamento al sistema nervoso, non vuol dire che sia grave ma le cause potrebbero essere da cercare in un eccesso prolungato di alcool, nell'utilizzo della chemioterapia, nella presenza di una forma di diabete ed in quest'ultimo caso sarà opportuno un approfondimento.


FERITA CHE NON GUARISCE. Parlavamo di diabete, un altro sintomo è l'avere una ferita al piede che pur passando il tempo non guarisce. Va data importanza ad ogni ferita, anche piccola come un graffio perché una ferita non curata può portare ad una infiammazione acuta con conseguenze non piacevoli.


UNGHIA INCARNITA. Si verifica quando un angolo appuntito dell'unghia del piede penetra nella pelle provocando, infiammazione, dolore e arrossamento. Se non trattata immediatamente può provocare l'estendersi dell'infiammazione fino ad arrivare a causare ascessi. La singolarità è che si manifesta per lo più tra individui di sesso maschile tra i 20 e i 30 anni. Quando il danno è superficiale si interviene con un antibatterico, pediluvi in acqua calda ed un particolare cerotto che limita gli effetti. Qualora la penetrazione fosse profonda si potrà intervenire con un semplice intervento in anestesia locale seguito da antibiotici.


Vi siete spaventati? No dai, sapete che il nostro scopo è fornire informazioni utili alla prevenzione e qualche consiglio. Nel caso dei piedi un buon consiglio potrebbe essere non improvvisatevi medico, ad esempio curare le callosità col metodo fai-da-te non è una buona idea, tagli, graffi, piccole lesioni potrebbero essere nocive, anche tagliare le unghie dei piedi necessita di un minimo di attenzione, poi tra le regole che sembrano ovvie dobbiamo ricordare che la salute dei piedi conta più dell'eleganza, per cui i tacchi vertiginosi saranno belli a vedersi ma portano dolori e vesciche, quindi usarli sì ma non tutto il giorno, non obblighiamo il piede ad una postura innaturale. Dall'altra parte anche la scarpa da ginnastica non è l'ideale in quanto proprio per la sua conformazione favorisce la proliferazione dei batteri. La scarpa dovrebbe essere comoda, cammini e ti senti a tuo agio, quindi scarpe che si adattano al tuo piede. V

orremmo chiudere ricordando cosa disse in proposito Michelangelo Buonarroti: “Il piede umano è un'opera d'arte ed un capolavoro di ingegneria”.

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page