top of page
Cerca
  • improntaredazione

VERBA VOLANT SCRIPTA MANENT.... MA E' MEGLIO DIRE CARTA CANTA!

Abbiamo trovato decisamente stucchevole il modo stizzito con il quale il Sindaco Moretti e alcuni esponenti della sua maggioranza abbiano risposto alle osservazioni di chi diceva che sulla Casa della Comunità in realtà non c'è nessuna conferma concreta da parte di Regione Lombardia.

Dalle pagine del giornale amico “ 7 Giorni” Moretti informa che sono già iniziati i lavori di imbiancatura interna ai locali e che ha avuto ”rassicurazioni importanti” da parte di Regione Lombardia che la Casa della Comunità sul nostro territorio si farà.

Bene. I primi ad essere contenti sono i cittadini di Peschiera Borromeo che da anni ormai soffrono la totale assenza di servizi sanitari pubblici. E diciamo anche che la responsabilità di tutto questo è di chi ne ha la competenza, ovvero ATS e Regione Lombardia. Ci sono state responsabilità pesanti, indirette, anche da parte della precedente amministrazione comunale, che ha permesso che si svuotasse il nostro territorio di ogni attività specialistica e diagnostica. Non a caso in questi ultimi anni sono proliferati sul nostro territorio servizi privati, in parte convenzionati, dove, pagando, si può ottenere, in breve tempo, qualsiasi prestazione sanitaria. Questa situazione sta allargando la forbice tra una sanità di serie A per i benestanti e una diremmo di serie C per chi non può permettersi di pagare. Detto questo è di fondamentale importanza che la si smetta di prendere in giro i cittadini, perché il risultato immediato è quello di aumentare il discredito e la non fiducia verso le istituzioni (non a caso la percentuale di votanti alle elezioni continua sempre più a diminuire).

Per sostenere con certezza che la Casa della Comunità è un impegno reale e concreto bisogna pubblicare il numero della delibera regionale nella quale sono previsti tempi, copertura finanziaria e servizi previsti. Come si suol dire “carta canta”. Quando invece le cose vengono fatte seriamente e concretamente si predispongono i finanziamenti e gli atti amministrativi concreti. E' quello che sta facendo l'Assessore ai Servizi Sociali Dr.ssa Beatrice Rossetti che si era impegnata a ripristinare il servizio di traporto per i disabili (servizio dismesso dall'ex assessore Parisotto). Nella seduta del 29 giugno scorso è stato prevista una variazione utile a finanziare il servizio e con i soldi utilizzati per i bonus alle famiglie verrà portata in Consiglio Comunale entro luglio la delibera che permetterà di avviare la gara di aggiudicazione del servizio trasporto disabile. All' assessore Rossetti vanno le nostre congratulazioni per l’ importante risultato raggiunto.

Marco Malinverno




16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Komentáře


bottom of page