top of page
Cerca
  • improntaredazione

Pensando a Fred Bongusto: “Una rotonda sul ... Nulla”


Nella foto una rotonda di Peschiera decorata e, diciamolo, carina a vedersi, però se volessimo utilizzare una metafora per spiegare questa “cosa” potremmo dire: Immaginate una casa con problemi idraulici ma l'idraulico non arriva, poi c'è anche qualche problema di ristrutturazione ed anche l'impianto elettrico non funziona bene, allora chiami l'amministratore e lui arriva e mette gerani sui balconi. Chiaro no? Le questioni attuali di Peschiera sono diversi e gravi, basti pensare ad ambulatori e i disagi per gli anziani e i loro problemi di salute, agli appartamenti di Bellaria, alla crisi dei commercianti e, di fronte a questi fatti oggettivamente importanti, decorare una rotonda a tre mesi dalle elezioni sembra un po' una presa in giro. D'accordo anche la rotonda ha la sua importanza ma avete avuto anni per fare una Peschiera più utile, più funzionale e più bella (hai hai le barriere antirumore), ridursi a fine mandato con queste operazioni di maquillage non è utile a nessuno.


Ma non basta, quelle lettere che vediamo e che sono collocate a “lama” sulla cuspide della rotonda sono piccole strutture di metallo. Piccole sì ma in grado di provocare danni ingenti qualora per distrazione, nebbia, incidente, un'auto dovesse “tagliare” la rotonda.

La letteratura sulla sicurezza stradale pone in evidenza questi punti allertando sulla loro pericolosità, sono stati fatti aggiornamenti didattici ricordando che le strutture devono essere pieghevoli. Sempre parlando di sicurezza su qualsiasi manufatto collocato sulla strada deve essere calcolata la forza della spinta del vento, nella foto un manufatto attaccato con filo di ferro attorcigliato a pali di indicazione stradale.

Probabilmente alle lezioni di sicurezza stradale sindaco e comandante PL assenti ingiustificati.


7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page