top of page
Cerca
  • improntaredazione

LA PRIVACY NEI SOCIAL MEDIA: TUTELA E PREVENZIONE

La privacy nei social media è il diritto tutelato e garantito in capo all'utente che utilizzi tali applicazioni Internet di controllare che le informazioni che lo riguardano vengano trattate nel rispetto delle norme che le regolano e, in particolare, nel rispetto dell'autodeterminazione del singolo alla loro diffusione e, contestualmente, nel controllo delle notizie che lo riguardano.

Il Codice della privacy riconosce a “chiunque il diritto alla protezione dei dati personali”. Per garantire tale diritto è prevista una serie di strumenti:

  • la correttezza del trattamento dei dati;

  • la possibilità di intervento dell'interessato.

Chi utilizza i dati personali di un soggetto è tenuto a rilasciare una informativa per illustrare le finalità e le modalità del trattamento dei dati, mentre il soggetto che conferisce i dati può verificare la correttezza del trattamento e, in alcuni casi, revocare il proprio consenso al trattamento. Nell'applicazione di queste regole al mondo virtuale si incontrano non pochi problemi, in quanto la rete Internet, per le sue particolari caratteristiche, pone serie difficoltà nell'attuazione di forme di controllo.

L'evoluzione della rete con lo sviluppo dei social network ha trasformato l'uso di Internet da parte dei cittadini e ha posto problemi nell'ambito della tutela della privacy, problemi tali da spingere la Commissione Europea ad aggiornare le regole sulla protezione dei dati personali come quelle relative al consenso informato.

Il consenso informato è finalizzato a consegnare il potere sui propri dati personale all'utente tramite un doppio metodo:

  • tenere sotto controllo la diffusione degli stessi;

  • conoscere chi tratta i propri dati e a quale scopo.

La normativa europea sta cercando di farsi strada su questo fronte con le seguenti previsioni:

  • gli utenti devono essere informati in modo chiaro su quali tipi di dati siano in possesso le aziende, quale sarà il loro utilizzo, per quanto tempo saranno conservati e se esiste la possibilità che questi vengano ceduti a soggetti terzi;

  • ai cittadini devono essere notificati, entro ventiquattro ore dall'avvenimento, eventuali furti dei dati parziali o totali di cui l'azienda dispone;

  • sono previste ingenti sanzioni per le aziende che non rispettano quanto previsto dalla normativa.

Nonostante la costanze evoluzione normativa in materia, è evidente in ogni caso che il web è un mondo virtuale che espone a pericoli reali: il diritto alla riservatezza non perde comunque il suo valore su Internet e la tutela dei dati personali è possibile aumentando la consapevolezza degli utenti in merito ai comportamenti da adottare per tutelarsi.

L'utente deve diventare parte attiva nel processo di prevenzione e protezione della propria privacy.

La miglior difesa per proteggere la privacy e la riservatezza delle persone durante l' utilizzo di social network consiste nell'utilizzare il buon senso e nell'attuare alcune elementari misure di sicurezza:

  • prima dell'iscrizione, leggere l'informativa sul trattamento dei dati personali fornita dal social network;

  • prima dell'iscrizione leggere il contratto e le condizioni d'uso del social network;

  • accertare di poter recedere facilmente l'iscrizione al social network e di poter cancellare tutte le informazioni pubblicate;

  • controllare le modifiche periodiche del contratto che vengono introdotte unilateralmente dai social network;

  • disattivare le funzioni di geolocalizzazione presenti sulle applicazioni dei social network, così come sullo smartphone e sugli altri strumenti utilizzati per il collegamento a internet;

  • controllare le impostazioni dei livelli di privacy del proprio profilo social, modificarle e renderle più restrittive, soprattutto se si interagisce con persone non conosciute realmente;

  • limitare al massimo la disponibilità di informazioni personali;

  • controllare i diritti di accesso concessi alle applicazioni dei social network installate sul proprio smartphone affinché non possano accedere ai propri dati personali e utilizzarli senza consenso;

  • rifiutare il consenso all' utilizzo dei propri dati per attività di marketing (compresi i cookie) se non si desidera ricevere pubblicità;

  • non pubblicare foto altrui senza il consenso dell'interessato o dei genitori in caso si vogliano pubblicare foto di minori;

  • non pubblicare dati personali quali: numeri di telefono, indirizzi di residenza o foto che potrebbero adattarsi ed essere utilizzate per un documento d'identità;

  • creare password di accesso al social network complesse e difficilmente riconducibili alla propria identità/vita privata;

  • cambiare spesso la password di accesso ai social network e non utilizzare la stessa password per diversi account;

  • utilizzare password diverse da quelle utilizzate su altri siti web (ad esempio per la posta elettronica o per la gestione del conto corrente bancario online);

  • non comunicare a terzi la propria password e conservarla in un luogo sicuro;

  • non accedere al social network utilizzando wi-fi pubblici e aperti;

  • se si accede al proprio profilo social da un pc pubblico o utilizzato da altri non salvare mai la password ed effettuare sempre il logout al temine della sessione;

  • installare e configurare firewall e antivirus tenendoli costantemente aggiornati;

  • verificare le impostazioni dei cookies;

  • attivare tutti gli strumenti disponibili per controllare le attività dei minori sui social network;

  • segnalare ogni abuso e violazione sui canali predisposti dai social network e dalle Autorità competenti.

Avv. Dario De Pascale



12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page