top of page
Cerca
  • improntaredazione

GLI AMICI DEL LIBRO PARLATO LIONS ARRIVANO A SCUOLA

Amici del Libro Parlato per i Ciechi D 'Italia “Robert Hollman” del Lions Club di Verbania è una onlus che, a marzo 2020, quando cioè il Governo ha chiamato a raccolta soggetti pubblici e privati chiedendo loro un contributo per sostenere aziende e cittadinanza messi in difficoltà dalle restrizioni imposte per ragioni sanitarie, ha aperto la propria audioteca alle scuole italiane per facilitare la didattica che si trovava in un momento difficile, purtroppo, non ancora superato. Il servizio (offerto dall'Associazione a cui è stata riconosciuta la personalità giuridica già dal 1998 e che gestisce interamente il Libro Parlato dal 2007) è stato riattivato anche per l'anno scolastico in corso: ogni scuola che fa richiesta di accesso al servizio del Libro Parlato può accedere all'audioteca attraverso un profilo dedicato e scaricare 20 audiolibri al mese che possono, poi, essere distribuiti dagli insegnanti agli studenti che ne hanno i requisiti: disabili ma anche studenti con DSA e BES certificati.


L'audioteca è costituita da circa 12.000 volumi che spaziano nei diversi ambiti del sapere: letteratura italiana e straniera, saggistica scientifica, teatro, musica, poesia, sociologia, psicologia ed altro ancora. Gli audiolibri sono letti da volontari, chiamati donatori di voce. Questi ultimi, anima e motore del servizio, sono selezionati accuratamente giacché debbono soddisfare determinati requisisti: voce gradevole, buona dizione, tenacia e “familiarità'” con i libri.

Il Libro Parlato, che opera in Italia e all'estero, ha da sempre avuto un chiaro e preciso obiettivo: favorire la lettura in soggetti impossibilitati a farlo autonomamente. Ragion per cui i Lions, già dal 1975, si sono impegnati a diffondere la “buona lettura” e la cultura, tramite la distribuzione, gratuita e in prestito, di libri registrati da viva voce.

In realtà l'impegno dei Lions verso il mondo dei non vedenti comincia prima, nel 1925, quando Helen Keller, attivista pluridisabile, li definì, in un suo intervento all' International Convention dell' Associazione nell'Ohio “cavalieri dei non vedenti nella crociata contro le tenebre”. Da allora, senza sosta, l'impegno dei Lions per la disabilità visiva non è mai venuto meno: Sight First, Banca degli Occhi, Bastone Bianco, Servizio dei Cani Guida, solo per citare alcune loro iniziative.

Per quanto il Libro Parlato sia nato per “soccorrere” il mondo della disabilità visiva, nel corso degli anni il servizio ha man mano allargato la platea dei fruitori: anziani non autonomi nella lettura, malati di Parkinson, di Alzheimer, di Sclerosi Multipla, di SLA, ma anche persone ospedalizzate o in terapie prolungate. A partire dal 2005, per esempio, il Progetto WEB ha reso possibile coinvolgere Biblioteche, Istituti Scolastici, Case di cura, Residenze per anziani e strutture ospedaliere che, previa stipula di apposite convenzioni, hanno potuto, così, divulgare e diffondere il Libro Parlato. Quest'ultimo, nel 2011, grazie ad un importante investimento tecnologico, è diventato “on-line”. Il processo di digitalizzazione e i relativi benefici connessi all'on-line hanno decretato, di fatto, la fine di cassette e vecchi floppy disk, permettendo a chi ne ha diritto (deve sempre esserci una certificazione che attesti l' impossibilità della lettura autonoma) di scaricare direttamente dal sito www.libroparlatolions.it i file dei libri scelti. Gli audiolibri possono essere, così, ascoltati sul proprio PC, lettore portatile, smartphone o tablet. Dal 2016, il servizio del Libro Parlato ha sviluppato una propria APP, scaricabile dagli stori di Apple e Google e dal proprio sito. L'applicazione, di semplice utilizzo, permette all'utente registrato di fare ricerca nel catalogo dei titoli proposti, scaricare l'audiolibro e tenerlo in archivio per essere ascoltato in qualsiasi momento e luogo.

Negli ultimi anni, i servizi offerti dal Libro Parlato hanno incontrato il favore della comunità scolastica giacché se ne riconosce la valenza inclusiva di tale strumento, utilizzato sempre più da bambini e adolescenti con dislessia, disturbo della lettura che limita la comprensione di testi scritti a causa della difficoltà nell' automatizzazione del processo di interpretazione dei segni grafici.

Di recente, l'impegno e l' attenzione verso la scuola, da p arte dell'Associazione Amici del Libro Parlato, sono andati crescendo con la formulazione di una nuova proposta che si aggiunge a quella di marzo 2020. Da qualche mese, infatti, è stato inaugurato il progetto “Libro Parlato a scuola” che ha già visto l'adesione di due Istituti Superiori di Secondo Grado: Liceo Rosmini di Trento e IIS Amaldi di Roma. Il progetto, nato per coinvolgere e far riflettere gli studenti sui principi dell'associazionismo, fornisce agli adolescenti un' occasione di formazione ed esperienza valida anche per il riconoscimento di ore nei progetti di PCTO (ex alternanza scuola-lavoro). Con la proposta formativa, infatti, si vogliono sviluppare particolari competenze, legate alla lettura e alla produzione di libri parlati con un approccio professionale. Nello specifico, ogni studente partecipante, nel periodo dicembre 2020-maggio 2021, lavorerà su uno o più libri anche con l'ausilio di strumenti tecnologici per la produzione di libri parlati. Inoltre, gli studenti saranno coinvolti nella formazione di base per una buona lettura ad alta voce grazie alla partecipazione di donatori di voce qualificati. Gli audiolibri realizzati nei progetti di PCTO verranno, poi, inseriti nel catalogo generale dell'audioteca dell' Associazione e saranno presentati in una pagina dedicata alle attività intraprese con le scuole.

Come afferma Serenella Sesti, coordinatrice della Onlus Amici del Libro Parlato: “tutto il progetto è costruito per sviluppare negli studenti capacità di autoapprendimento nella progettazione ed organizzazione del lavoro. Inoltre, la donazione di voce rappresenta un piacere che travalicando quello della lettura, regala soddisfazione nel portare a termine un compito che avrà una valenza sociale, ma soprattutto, al pari di tutte le cose belle, rimarrà immutato nel tempo e nello spazio.

Modesta Abbandonato

34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page