top of page
Cerca
  • improntaredazione

Buongiorno, conviene ancora investire in oro?

Buongiorno caro lettore, grazie per la domanda.

Attualmente viviamo in un'epoca in cui i rendimenti sui conti correnti sono pari a zero mentre sulla maggior parte degli investimenti senza rischio questo dato viene di poco aumentato. Inoltre, il potere d'acquisto di ogni individuo è drasticamente calato di pari passo con il valore nominale del denaro.

L'oro è considerato come il bene rifugio per eccellenza in quanto il suo valore è stabile nel tempo.

Si tratta di un bene scarso che non corre rischio di default e, dato che è un elemento chimico naturale, non è riproducibile in laboratorio né falsificabile, con la capacità di mantenere nel tempo il proprio valore e il proprio potere d'acquisto.

In ottica di investimento, permetterebbe di diversificare il portafoglio e tenere sotto controllo il rischio/ rendimento nel lungo termine; inoltre offrirebbe una protezione in casi di forte correzione dei mercati azionari, proteggendo il patrimonio dagli scossoni del mercato finanziario, non essendo legato all' andamento di azioni e obbligazioni.

Infine, sempre come punto di forza, il metallo è facilmente liquidabile, sia che si tratti di oro fisico sia di oro finanziario.

Per quanto riguarda i “contro”, si può affermare che l'oro non è adatto a chi abbia un'ottica di investimento di breve termine, infatti le oscillazioni di prezzo dell'oro sono lente. Solitamente il prezzo sale in caso di crisi economica e scende con la ripresa, ma la volatilità è contenuta e questo è uno svantaggio in caso di discesa perché servirà tempo per recuperare le perdite.

In caso di investimento in oro fisico, inoltre, ci potrebbero essere diversi costi collaterali (trasporto, custodia, assicurazioni) che andrebbero ad incidere sul rendimento.

Negli ultimi 20 anni, l'asset ha registrato un incremento mai raggiunto da qualsiasi altro strumento finanziario.


E' possibile investire nel metallo prezioso o acquistando “oro fisico”, come monete o lingotti, oppure investendo in “oro finanziario” come fondi comuni e titoli delle società minerarie.

Nell'anno della pandemia le quotazioni dell'oro sono salite del 20%, ma con l'inizio del 2021 questa tendenza si è invertita e il metallo giallo sta crescendo meno rispetto alle altre materie prime.

Il calo del prezzo dell'oro rappresenta però un'opportunità di ingresso se si guarda all'interno del più ampio settore delle materie prime che, in questa fase di ripresa dell'economia, sembrerebbero all'inizio di un super ciclo. La ripresa dell'industria, dei consumi, la spinta verso una transizione energetica e la conversione economica verso regole sostenibili, sostengono i settori ciclici e le materie prime e riguarda, anche se questa volta solo marginalmente, anche l'oro.

Vediamo nel dettaglio le possibilità di investire nel metallo prezioso.

Investire in oro fisico significa acquistare lingotti e monete d'oro. L'oro è detenuto fisicamente da una terza parte, di solito una banca, con costi di deposito e una tassazione che alla vendita è del 26%. Acquistando lingotti, come già anticipato, bisogna mettere in conto anche un'assicurazione del bene e i costi di immagazzinamento. L'oro fisico è un investimento diretto nel valore dell'oro, e ogni cambio del dollaro nel prezzo dell'oro modificherà proporzionalmente il valore.

Mentre investendo in oro finanziario, si possono acquistare direttamente azioni di società aurifere oppure fondi comuni specializzati in metalli preziosi.

Un fondo può fornire vantaggi in termini di rischio/rendimento tenendo presente che l'oro fisico è meno volatile, mentre le azioni aurifere sono più volatili, ma hanno storicamente sovraperformato l'oro durante i cicli del mercato al rialzo, perché possono fare leva non solo sul prezzo del metallo, ma anche sui profitti delle singole aziende.

I fondi specializzati in metalli preziosi detengono titoli di società che estraggono oro e altri metalli preziosi: il vantaggio potrebbe essere quello di investire su un portafoglio diversificato di aziende che non puntano esclusivamente sull'oro. Un'alternativa ai fondi è l'acquisto di prodotti finanziari legati agli indici del prezzo dell'oro (CFD oppure ETF e Futures).

A presto cari lettori, un affettuoso abbraccio virtuale.


A presto cari lettori,

un affettuoso abbraccio virtuale

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page