top of page
Cerca
  • improntaredazione

Visto il gradimento di questa rubrica tra i nostri lettori, proseguiamo il nostro “viaggio”.




DURANTE LA GRAVIDANZA BISOGNA MANGIARE PER DUE.

Il tipo di alimentazione da seguire in gravidanza non si discosta di molto rispetto all'alimentazione di altri periodi della vita, a patto che sia equilibrata e sana. Servirà un maggior bisogni di principi nutritivi come proteine, calcio, fosforo, vitamina D, B12, Ferro, Zinco, Magnesio. Utile anche una bella quantità di fibre per contrastare l'eventuale stipsi. Dal punto di vista energetico il fabbisogno aggiuntivo deve essere di 350kcal. al giorno nel primo semestre, di 460kcal gli ultimi tre mesi. L'affermazione quindi è FALSA.


CHI FUMA HA PIÙ BISOGNO DI VITAMINA C.

Sappiamo che la vitamina C è una delle più importanti difese del nostro corpo contro stress organici di vario tipo. Sappiamo anche che il fumo tende ad eliminare la vitamina C quindi a tutti, ma in particolare ai fumatori, si consigliano arance, limoni, mandarini, kiwi, spinaci, prezzemolo e cavolo.

L'affermazione iniziale è VERA.


LA PASTINA DELLA MINESTRA E PIÙ DIGERIBILE DI UN PIATTO DI PASTA.

La pastina, quando mangiamo, viene ingerita subito insieme al brodo senza alcuna masticazione. La pasta invece se correttamente masticata viene in parte predigerita, questo grazie anche alla ptialina, un enzima che si trova nella nostra saliva e che comincia già nella bocca a scindere i carboidrati rendendoli più digeribili.

Il verdetto è FALSO.


DUE O TRE TAZZINE DI CAFFÈ AL GIORNO NON NUOCCIONO ALLA SALUTE.

Il caffè contiene caffeina (si sa) questa sostanza, indispensabile al nostro corpo, è contenuta anche nel the, nel cacao, nella cioccolata ed in alcune bevande come la cola. Supponendo che di tutti i prodotti elencati non si faccia indigestione, allora due o tre tazzine di caffè non nuocciono. Se uno dovesse bere un litro di cola al giorno, due tavolette di cioccolato e sei the, allora anche il caffè diventerebbe pericoloso, ma non certo per colpa del caffè. La frase è VERA.


IL PANE INTEGRALE NON È ADATTO ALLE PERSONE DIABETICHE.

Però il pane integrale è più ricco di fibre, ancor di più nei prodotti biologici. Sappiamo bene che le persone diabetiche possono avere difficoltà rispetto al pane bianco comune quindi quello integrale è sicuramente più adatto. FALSO.


I GRISSINI SONO MENO CALORICI DEL PANE.

Chi lo ha detto? Dove? Quando? Si tratta di una affermazione del tutto errata, eppure quante persone a tavola guardano con una lacrimuccia la “michetta” lasciata in disparte per prendere i grissini che “ fanno meno male”. Invece, a parità di peso, i grissini contengono quasi il doppio delle calorie del pane. 100 grammi di grissini forniscono circa 430 calorie, lo stesso peso per il pane corrisponde a circa 275 calorie.

Quindi FALSO.


IL BICARBONATO ABBREVIA I TEMPI DI COTTURA DEI CIBI.

Il bicarbonato ha la qualità di ammorbidire le fibre così dette cellulosiche, è in grado quindi di accelerare i tempi di cottura, ma non di tutti i prodotti, dei legumi e delle verdure sicuramente si. Quindi questa affermazione è VERA.

AL MOMENTO DELL' ALLATTAMENTO SARÀ UTILE INSERIRE NELLA DIETA I SEMI DI FINOCCHIO.

I semi di finocchio sono considerati galattofori, termine abbastanza strano per indicare tra le proprietà la capacità di aumentare la produzione di latte materno. Inoltre sono noti anche per svolgere una azione benefica sull'apparato digerente, soprattutto in caso di gonfiori addominali. Altri semi sicuramente utili durante l'allattamento sono quelli di anice, avena e luppolo. In ogni caso l'affermazione è VERA.


L'OLIO DI GIRASOLE È IL PIÙ ADATTO PER LE FRITTURE.

Mah? Per le fritture sarebbe sempre meglio usare l'olio di oliva extravergine, l'unico a reggere il confronto potrebbe essere l'olio di arachide. Questi oli hanno una maggiore stabilità al riscaldamento prolungato e resistono meglio alle degradazioni, cioè alle modifiche che la temperatura alta comporta. L'olio di girasole è ricco di vitamina E ed è adatto per il consumo crudo. Quindi diciamo che la nostra frase è FALSA.


COME SI PUÒ VERIFICARE LA FRESCHEZZA DI UN UOVO? METTENDOLO IN UN RECIPIENTE D'ACQUA.

E qui ci rivolgiamo, non tanto alla scienza, ma ai vecchi sani consigli della nonna, che si raccomandava di mettere l'uovo in un pentolino, se è fresco rimarrà adagiato sul fondo del nostro recipiente, se ha una vita di 3 o 4 giorni si alzerà leggermente, se non è fresco galleggerà allegramente sulla superficie dell'acqua. Quindi la risposta è VERO.


L'ANANAS NON SOLO È BUONO MA BRUCIA ANCHE I GRASSI. VERO O FALSO?

Questa storia dell'ananas che brucia i grassi è un luogo comune molto diffuso. Ci dicono (chi se ne intende) che questo frutto contiene un enzima che si chiama bromelina che è in grado di diluire o dissolvere alcune proteine in aminoacidi ed ha pure una azione diuretica. Però non fa miracoli, quindi la possibilità di far dimagrire è una voce che avranno messo in giro i commercianti di ananas. FALSO.

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page