top of page
Cerca
  • improntaredazione

CHARITY IN THE WORLD: IN UCRAINA CON LA SOLIDARIETÀ DEI PESCHIERESI


Solo dopo pochi giorni dall'invasione russa in Ucraina l'associazione Onlus Charity in the World di Peschiera Borromeo si è immediatamente attivata con i propri volontari per raccogliere beni di prima necessità da portare direttamente ai centri di accoglienza istituiti per accogliere i rifugiati.

Più di 300 famiglie peschieresi hanno risposto all'appello dell'associazione diretta da Raffaele Brattoli dimostrando ancora una volta un profondo senso di solidarietà e umanità dei nostri cittadini. Ingenti quantitativi di alimenti, prodotti per l'infanzia, medicinali, capi di abbigliamento sono stati successivamente portati da una delegazione di Charity in the World composta da Raffaele Brattoli, Gianfranco Tartaglino, Nicola Ciani e Mario Guerini. Tra il 22 e il 25 aprile, grazie anche alla raccolta di fondi a cui hanno partecipato decine di peschieresi, i due pulmini carichi di aiuti (per complessivi 300 mila euro) sono entrati in Ucraina.

I beneficiari del materiale sono stati un centro di accoglienza per mamme e bambini nel villaggio di Koshuliany e un centro per anziani a Stalnivtsi, al cui interno vivono diversi malati mentali. I medicinali sono invece stati affidati alla Caritas di Cernivci, che a sua volta li sta smistando tra nuclei familiari e militari al fronte.

I volontari hanno vissuto il dramma del conflitto bellico in prima persona quando, nell'edificio in cui hanno trascorso la notte in Ucraina, è iniziata a suonare la sirena di allarme. Così, tutti di corsa insieme agli altri 80 profughi che dimorano nell'edificio, si sono riversati nel seminterrato. Fortunatamente dopo un'ora e mezza il pericolo è rientrato.

Nel viaggio di ritorno hanno trovato posto anche cinque persone (una signora, due sorelle adulte, di cui una madre di una ragazzina di 14 anni e di un bambino di 8 anni), che sono state scortate fino a Milano, presso l'hub della Caritas in Stazione Centrale.

«Il nostro sacrificio è stato ripagato dai ringraziamenti ricevuti dalla popolazione ucraina - racconta Raffaele Brattoli, presidente di Charity in the World -. Naturalmente rivolgiamo la nostra gratitudine a tutti coloro che hanno partecipato a quest'opera umanitaria con donazioni (oltre 300 famiglie) e che ci hanno dato una mano».

Chi volesse continuare a sostenere la Onlus peschierese può chiamare il numero 348 711 8152.

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page