top of page
Cerca
  • improntaredazione

Durante la campagna elettorale l'aria è piena di discorsi... Ma attenti al contrario.



Anche in campagna elettorale Mediglia cerca di distinguersi dal resto del mondo. Niente di eclatante per carità, però lasciamo che un presunto osservatore esterno giudichi le ultime settimane di trattative.

Il sindaco uscente (Paolo Bianchi) rappresentava Fratelli d'Italia, avendo raggiunto due mandati si ferma e lascia in favore di Gianni Fabiano al cui fianco troviamo anche la Lega che 5 anni fa non era presente.

All'interno della Lega la discussione ha portato ad unirsi con FdI probabilmente non tutti erano d'accordo c'è stato un avvicendamento al vertice locale, noi lo abbiamo chiamato commissariamento, loro non sono d'accordo. Ma i casi sono due, o una votazione ha sancito il rinnovo della carica o c'è stata una nomina, e allora è commissariamento ma lasciamo a loro scegliere. Forza Italia invece si è staccata da subito e, rappresentata da Vera Cocucci, è parte costituente di una Lista Civica alternativa “Mediglia Rinasce”. Questo soggetto è la vera novità del panorama medigliese, nasce e si sviluppa intorno al progetto di una alternativa reale e concettuale alla maggioranza attuale. Intorno a questa proposta si stava concretizzando una alleanza trasversale di nomi e di idee, troviamo infatti, oltre alla già citata Cocucci (FI) rappresentanti del PD, della società civile, della comunità cattolica, insomma quanto basta per immaginare una forza in grado, forse non di vincere, certo di gareggiare a pieno titolo. Il dibattito interno al PD è a “pieni polmoni” tanto che la sezione locale è commissariata e alcuni esponenti traslocano dal PD a Mediglia Rinasce, tra questi Giulia Degan membro del coordinamento e Giovanni Cariello Consigliere Comunale che si candidano per la lista civica che vede Lino Porcelli candidato Sindaco. Il PD candida come sindaco l'avvocato Michelina Tierno e sottolinea la propria scelta col fatto “che i principi non ammettono compromessi”. Anche se di fatto l'indebolire una forte alternativa costituisce un vantaggio per il centro destra. Si presenta poi la lista “La Fenice” con Ivan Pellegrino candidato sindaco, lista già partecipe 10 anni fa, poi assente nell'ultima competizione, e ora di nuovo in campo pur priva degli “storici” esponenti.

Alla fine abbiamo tre candidati sindaco, a tutti il nostro augurio di battersi lealmente, di mettere in campo la passione e non il calcolo, l' entusiasmo e non la prudenza, di trovare il coraggio, il giorno dopo i risultati, di rappresentare tutti i cittadini indistintamente. A noi il compito di commentare, senza pregiudizi, senza presunzione ma anche senza sconti.



9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page